Your Shopping Cart  

Il carrello è vuoto.

Member Login  

Ricerca Avanzata:
Feltrinelli arrow IL VIAGGIATORE NOTTURNO - MAURIZIO MAGGIANI - FELTRINELLI

IL VIAGGIATORE NOTTURNO - MAURIZIO MAGGIANI - FELTRINELLI

Prezzo: €7.50

IL VIAGGIATORE NOTTURNO - MAURIZIO MAGGIANI - FELTRINELLI
Visualizza Ingrandimento


  • Dettagli
  • Visualizza visti di recente

Maggiani compare in televisione all’incirca un mese fa, ospite nella trasmissione di F. Fazio, Che tempo che fa, viene intervistato e racconta con grande tenerezza del rapporto con suo padre, della sua infanzia, del suo nuovo libro, questo libro, del grande viaggio che è la vita. Non conosco nessuna delle sue pubblicazioni.
Dal video, mi ispira grande simpatia per la delicatezza con cui racconta e mi chiedo cosa mi colpisce in lui: sembra parlare con una strana leggerezza, come “in punta di piedi”.
Passo qualche giorno dopo davanti ad una grossa libreria, c’è folla (bene, benissimo), chiedo del libro di Maggiani e il commesso mi indica uno dei mucchi proprio vicino all’entrata: mi dice . In effetti l’espositore è colmo, ma poco visitato dai presenti. Forse l’autore è poco conosciuto e il suo tono modesto e schivo non lo rende un personaggio. Compro il libro e vado a casa a leggerlo. Il titolo è tratto da una frase del Corano: Chi ti rivelerà che sia il viandante notturno? E’ stella corrusca. E i viaggiatori nel libro sono veramente molti, a cominciare dalle rondini che emigrano, un viaggio ciclico e simbolico; il narratore-viaggiatore-autore si trova nel deserto del Sahara per studiare la migrazione delle rondini, ma intanto vive ospite del popolo dei tagil, ascolta le poesie di un poeta itinerante, osserva un uomo che viaggia nel deserto senza alcuna attrezzatura, probabilmente senza acqua e non si capisce come possa essere ancora vivo: per lui il viaggio ha senso in quanto tale, non si sa dove vada né da dove venga. E’ ancora l’autore che racconta di altri viaggi: quello dell’orsa Amapola, della Perfetta, una ragazza che viaggia con l’unico fardello di una borsa di plastica, ma è portatrice della religiosità di un intero popolo, di Zingirian, un armeno che l’autore-narratore incontra durante il suo viaggio in Bosnia, nella città di Tuzla, di se stesso che visita una guerra, che penetra al suo interno, che . Di racconto in racconto, Maggiani ci permette di sentire i profumi, di vedere il cielo e di sentire il freddo del deserto di notte, di vedere la bellezza negli occhi di una ragazza. Poi ci proietta nella piazza di Kapija, Bosnia, nella quale esplode una granata che fa strage di ragazzi in festa: il viaggiatore-autore cerca in un tappeto di corpi i pochi superstiti, dona il sangue per i feriti, assiste e partecipa al rito della sepoltura dei morti. Intanto, sopra ogni racconto e all’interno di ogni viaggio, aleggia la figura di Dinetto, il padre di Maggiani, si sente la sua voce, si ricordano i suoi modi e i suoi principi; un padre affettuoso che sembra seguirlo e comparire nel ricordo del figlio nel momento stesso in cui serve la sua saggezza, la sua mite protezione.
Mi rendo conto, mentre lo faccio, che non è facile raccontare il contenuto del libro, pieno di storie che si intrecciano. Il fatto è che la prosa di Maggiani è una prosa di atmosfera che regala momenti poetici, ma allo stesso tempo chiama “puffi” i soldati dell’ONU e non ci risparmia l’orrore di una piazza piena di cadaveri. Cosa resta alla fine della lettura? La sensazione di aver goduto di paesaggi sconfinati, di aver spiato i destini delle persone, di aver ascoltato racconti intorno ad un fuoco, di aver visto e sentito personalmente, in una parola di aver viaggiato. Non si riesce a focalizzare un viaggio in particolare, ma resta la sensazione del viaggio in generale, il viaggio, quello che trova la sua motivazione nel fatto stesso di continuare: questo è l’effetto del racconto di Maggiani sul lettore e, se cerchi di capire il motivo, ti accorgi che sempre e dovunque, nel deserto affascinante o sopra un tappeto di cadaveri, Maggiani si muove con leggerezza, si potrebbe dire “in punta di piedi”.

 Recensione di Sandra Rebecchi

Ultimo Aggiornamento: sabato, 18 novembre 2017 22:41

Chi è OnLine

 10 visitatori online

Gli Articoli Più Letti

Your are currently browsing this site with Internet Explorer 6 (IE6).

Your current web browser must be updated to version 7 of Internet Explorer (IE7) to take advantage of all of template's capabilities.

Why should I upgrade to Internet Explorer 7? Microsoft has redesigned Internet Explorer from the ground up, with better security, new capabilities, and a whole new interface. Many changes resulted from the feedback of millions of users who tested prerelease versions of the new browser. The most compelling reason to upgrade is the improved security. The Internet of today is not the Internet of five years ago. There are dangers that simply didn't exist back in 2001, when Internet Explorer 6 was released to the world. Internet Explorer 7 makes surfing the web fundamentally safer by offering greater protection against viruses, spyware, and other online risks.

Get free downloads for Internet Explorer 7, including recommended updates as they become available. To download Internet Explorer 7 in the language of your choice, please visit the Internet Explorer 7 worldwide page.